ENGLISH VERSION 

Vortice      Cenobio Isterico      Sguardi      M.Y.A      Migrazione Aleatoria




Vortice

Vittime inermi di falsa allegria
Stormo orchestrato da un insieme di immagini
Coltivati in un ascesso
Perfetto

Vittime inermi di falsa allegria
Confusi e d’invidia alimentati
Spettatori di causa ed effetto
Di un immemore progetto

Rigetto, io non so chi sei
Cammino, fra troppi dei
Innocua apparenza
Sterile emozione
Semplice e diretta
Scontata invenzione

Vittime inermi di falsa allegria
Succubi forse di un gran dittatore
Dei seguaci di una setta
Di un branco

Rigetto, io non so chi sei
Cammino, fra troppi dei
Innocua apparenza
Sterile emozione
Semplice e diretta
Scontata invenzione



Cenobio Isterico

Non è soltanto voglia di muoversi
E’ frenesia di una vita che corre via
Correre per non restare fuori
Da un convegno di tossine

E poi c’è l’alta marea
E non soltanto per me
Riporta a riva in un attimo
I gesti gettati da te

Quando sto con me
Quando sono fradicio di me
L’adeguamento
Si demolisce
Esce dal gioco
Quando sto con me
Quando sono fradicio di me
Fuori dal gioco
Anche se per poco
Fuori dal gioco

Sognando il nulla
Galassie e cieli
Soffia il vento
Si fa largo in te
Sognando il nulla
Intorno a te
Lentamente
Pervade anche te



Sguardi

Sente il mio cuor tormento, respiro profondo
Sta fra di noi è solo, l’ormai spento Jhon
Scorgo presto il suo pensiero
Piangono di noi i suoi occhi, il suo animo

Nel crescente affanno
Di un’identità perduta:
Il ricordo
Vecchio sono già
Languido timore
Che mi piegherà
Se anch’io un giorno proverò
Quell’angoscioso stato d’animo

Ansare

Precipito

Spengo memorie accese in quel riflesso
Di anni ho bisogno e molti, per una reazione
E’ un’intensa preoccupazione
Ma coglierò i ricordi come fossero fiori

Languido timore
Che mi piegherà
Se anch’io un giorno proverò
Quell’angoscioso stato d’animo
Ansare

Precipito

Scoprirò di lei
E soccomberò



M.y.a.

Superficialità di una plebe fragile
Tutti amalgamati come cibo per verri
So che non ti va giù, comprendo anche il perché
No non lasciare un segno, ma rispondere di sé

Convinzioni obbligate
Destano le menti vuote
In realtà rassegnate
Contro l’illusione di una reazione

Muoversi e cercare in sé, muoversi e cercare in sé

Non è molto cambiato nella Chiesa e in Società
Predica convinta la precaria civiltà
So che non ti va giù, comprendo anche il perché
Voglio un dio nessuno al quale credere

Convinzioni obbligate
Destano le menti vuote
In realtà rassegnate
Contro l’illusione di una reazione

Muoversi e cercare in sé, muoversi e cercare in sé

Migrazione aleatoria

Un’altra nube storpia il cielo stellato, l’infinito
Il mio respiro si fa pallido: oppressione
Chiuso allo scoperto sotto questo cielo
Finché pervaderà l’oscurità

Odio, silenzioso tormento
Soffro, paranoico e depresso
Ridono, io muoio
Odio, un sorriso e ha detto, cavalca con me, cavalca con me

Dai vieni, su amico, trascinati a me
Trasuda e ancora oggi può fare così male

Odio, silenzioso tormento
Soffro, paranoico e depresso
Ridono, io muoio
Odio, un sorriso e ha detto, spegniti con me, spegniti con me

Destino celere
Migrazione aleatoria
Destino celere
Che peso che ha



ENGLISH VERSION LYRICS

WHIRL (Vortice)

 

Unarmed victims of false cheersulness

Crowd orchestrated by a gruop of images

Cultivated in a perfect abscess

 

Unarmed victims of false cheersulness

Confused fed with envy

Cause effects spectators

Of a forgetful project

 

Rejection, I’ don’t know who you are

I walk, among too many gods,

Harmless appearence

Barren emotion

Simple & direct

Expected invention

 

Unarmed victims of false cheersulness

Maybe entirely dominated by

A great dictator

By the disciples of a seat

By a herd

 

Rejection, I’ don’t know who you are

I walk, among too many gods,

Harmless appearence

Barren emotion

Simple & direct

Expected invention

 

HYSTERICAL COENOBY (Cenobio Isterico)

 

 

That’s only desire of moving

That’s craze of like that’s running away

Running not to be left outside

Of a toxin meeting

Under a charge persisting

Agiast al the “not-being-you”

 

And there is the high tide

And not only for me

She brings back in a while

The deeds you back in a while

 

When I stand on my own

When I’m wet through of my self

Adjustment is pulled down

Goes out of the game

When I stand on my own

When I’m wet through of my self

Out if the game

Even for a while

Out of the game

 

Hysterical Coenoby

Hard meeting

 

Dreaming of nothing

Galaxies and skies

The wind is blowing

Far inside of you

Dreaming of nothing

All around you

He pervades you, too.

 

GLANCES (Sguardi)

 

He feels my heart bane, deep breathing

He stands among us, he’s alone,

The now lifeless Jhon,

I perceive soon, his thought

His eyes, his soul, cry for us

 

In the rising anxiety

Of a lost identity:

Memory

I’m old now

Languid dread

Which will bend me

If I will feel, one day,

That samo tormenting mood.

 

Panting

I’m falling down

 

Switching off memories

In that reflection

I need many years, for a reaction,

And an intense worry

But I will pick up memories as they were flowers

 

Languid dread

Which will bend me

If I will feel, one day,

That samo tormenting mood

 

Painting

I’m falling down

I wuold like a support

And some respect

I cried

 

I will find put about her

And I will succumb

M.Y.A.

 

Superficiality of a frail populace

All amalgamated like food for board

I know you don’t accept this,

I even know the reason

No don’t leave a sign, but answer of oneself

 

Obliged convictions

Wake up empty minds

In resigned realities

Against the illusion of a reaction

 

Moving and looking inside

Moving and looking inside

 

Nothing has changed in Church & Society

The poor civilization in preaching

I know you don’t accept this,

I even know the reason

I want a no one God in which I can believe

 

Obliged convictions

Wake up empty minds

In resigned realities

Against the illusion of a reaction

 

Moving and looking inside

Moving and looking inside